PILLAR 1.9-Limitare il potere di banche ed istituti finanziari
Print

Rivoluzione Economica

Movimento Politico di Liberazione PER IL BENE COMUNE


Dichiarazione sui principi ispiratori e finalità

l Movimento Politico di Liberazione PER IL BENE COMUNE nasce dalla constatazione che i partiti del centrodestrasinistra: subiscono in silenzio l'occupazione militare, politica,  culturale e finanziaria degli Stati Uniti d' America; ci hanno portato a combattere guerre, criminali e che ci sono costate enormi risorse umane e finanziarie; hanno regalato ai banchieri privati la Banca dello Stato; non hanno applicato nemmeno un articolo della nostra Costituzione Repubblicana; sono permeati dalle logge massoniche; saccheggiano le casse pubbliche ad ogni livello ed hanno distrutto ogni criterio meritocratico; sono indissolubilmente legati ai banchieri ed alle lobby affaristiche, non potendo sopravvivere senza le loro “donazioni” e i loro giornali e TV.

Noi prendiamo atto che il Parlamento e i Governi alternatisi alla guida del paese non rappresentano più e non difendono gli interessi popolari; che il 10% degli italiani è sempre più ricco ed il 90% sempre più povero; che il lavoro, la salute, l'istruzione e una vecchiaia dignitosa sono sempre più minacciate e colpite; che le nuove generazioni non hanno alcuna reale prospettiva .

Siamo giunti in questa situazione perché il popolo è stato tenuto diviso, alimentando le avverse tifoserie partitiche, e lontano dal suo diritto di sapere, partecipare e decidere le sorti della propria comunità e della sua Patria.

Alle “brave persone” che sono dentro alle macchine di potere e/o dentro alle clientele degli attuali partiti e che dicono di credere nella prioritaria necessità che il loro “-ismo” trionfi sugli altri, ma soprattutto a quelle minoranze che vi credono davvero, il Movimento Politico di Liberazione PER IL BENE COMUNE dichiara di rispettare le loro idee ma chiede loro di metterle in secondo ordine, per  unirsi a quanti si metteranno al servizio della rivoluzione democratica che farà rinascere questo paese.

Al Movimento Politico di Liberazione PER IL BENE COMUNE, possono aderire cittadini, anche iscritti ad altri movimenti, associazioni, comitati e liste civiche locali (che non siano, come tante, alle dipendenze dei partiti), accomunati dalla condivisione del nostro programma e del nostro manifesto etico e che abbiano la consapevolezza che gli attuali partiti, essendone i principali responsabili, non possano e non vogliono, affrontare le gravi questioni che attanagliano il presente ed il futuro del nostro paese.

Per questa ragione non è possibile, a nessun livello, un qualunque tipo di aggregazione politica o elettorale con questi partiti del centrodestrasinistra e con persone e/o gruppi che di fatto li sostengano, direttamente o indirettamente, con una tessera di partito o con inviti al voto.           

Ogni azione contraria a quanto enunciato sarà automaticamente considerata una grave violazione allo statuto e comporterà l'espulsione per i soggetti che si siano resi protagonisti di detta trasgressione.

Il Movimento Politico di Liberazione PER IL BENE COMUNE si propone di affrontare senza tabù ogni questione ritenuta rilevante dai cittadini e di operare a tutti i livelli, dal locale all'internazionale:

http://pbc.woto.it/index.php?p=53%3A3%3A2%3A30%3A2#art3

 



La Crisi e la Rivoluzione Economica

FASE 1 - Misure Urgenti





Conclusioni

 


Partecipa alla Rivoluzione: Condividi, Registrati e Commenta. Il cambiamento è possibile