Rivoluzione Economica

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Banche e Mercati Finanziari: Strumenti ed Impatti della Rivoluzione Economica
E-mail Print PDF

Rivoluzione Economica

Pillar 2.1
Politica: Etica, Morale e Formazione


La problematica

La politica, termine di derivazione greca (da πόλις, che significa città), è l’arte di governare le società.
La responsabilità dei politici non è solo di natura amministrativa, ma anche di carattere etico e morale. Lo stato ha infatti anche il compito di educare e di formare, definendo l’insieme dei valori e delle regole di vita di un soggetto o di un gruppo.

Così come in una famiglia è di fondamentale importanza che i genitori rappresentino dei modelli da seguire, è altrettanto indispensabile che i politici assumano un comportamento moralmente irreprensibile.

Nell’attuale sistema politico è evidente che manca un meccanismo di selezione che eviti l’ascesa al potere di individui che non hanno i requisiti adatti per governare. L’ordinamento giuridico, frutto di una lunga evoluzione e, sulla carta, costruito per garantire il rispetto dei principi morali di ciascun gruppo, non è infatti sufficiente per ottenerne il rispetto.

La classe politica di oggi rappresenta tutt’altro che un modello da seguire:

  • le leggi vengono applicate e modificate con frequenti discriminazioni e favoritismi;
  • i principi morali non sono ritenuti prioritari;
  • il livello culturale medio è estremamente basso;
  • la tutela della collettività è marginale rispetto agli interessi dei governanti;
  • la meritocrazia è spesso sostituita dal clientelismo.

Gli impatti sociali negativi sono evidenti e rendono più gravoso e inefficiente l’esercizio dell’attività di governo visto che:

  • manca il rispetto delle istituzioni;
  • il concetto di stato, inteso come bene pubblico, non esiste;
  • i valori e i principi morali risultano distorti;

Modelli errati portano i cittadini ad agire non rispettando le regole. La corruzione, l’evasione fiscale, i favoritismi, ecc., sono atti «legittimati» dai comportamenti della nostra classe dirigente.
Governare e far evolvere la società in tale contesto è impossibile.


La rivoluzione

Se si vuole cambiare il mondo e garantire la sostenibilità ambientale un passo fondamentale è una rivoluzione della classe politica. Governare è infatti un compito difficile e di grande responsabilità, che richiede grandi competenze e sani principi.

La rivoluzione economica vuole introdurre dei meccanismi di selezione che rendano inaccessibile o escludano dalla politica individui che non abbiano i requisiti morali e la formazione necessari al governo della società.

Nella società moderna occorre essere abilitati anche per i lavori più umili. Da domani fare politica diventerà un lavoro come tutti gli altri con requisiti e regole molto rigide:

  • esame abilitativo (etica, cultura generale, capacità amministrative, etc.);
  • curriculum vitae pubblici;
  • orari di lavoro fissi (tesserino entrata / uscita, etc.);
  • nessuna pendenza penale/civile (*).

Soddisfatti tutti i requisiti necessari alla preselezione, l’unica sostanziale differenza rispetto a un lavoro «privato» sarà rappresentata dai selezionatori finali: non un manager singolo, ma l’intera cittadinanza.

(*) Questo punto è da affiancare a una riforma della giustizia che:

  • renda inaccessibile la politica a magistrati / pm (separazione delle carriere per evitare conflitti di interesse) che hanno avviato procedimenti penali contro i politici;
  • preveda la sospensione per i pm che avviano procedimenti penali basati su atti infondati.


Principali Vantaggi

  • maggiore credibilità dello stato e del governo;
  • efficienza e qualità legislativa.



Governo e Società - Rivoluzioni
Pillar 2.2

 


Partecipa alla Rivoluzione: Condividi, Registrati e Commenta. Il cambiamento è possibile

LAST_UPDATED2  

click mapLa Mappa della Rivoluzione Economica e CulturaleLettura della Crisi AttualeFASE 1 - Misure UrgentiF1 - Misure Urgenti per Governo e SocietàF1 - Misure Urgenti per i MercatiF1 - Misure Urgenti per Banche ed Istituti FinanziariF1 - Misure Urgenti per Occupazione e SviluppoPilastro 1.1 Politica: Governare è una responsabilità ed un onore, non un privilegioPilastro 1.2 Cancellare gli sprechi e i finanziamenti ad attività improduttive dalla spesa pubblicaPilastro 1.3 Emersione del neroPilastro 1.4 Tassazione: favorire la produzione e chi lavora creando valore aggiuntoPilastro 1.5 Mercati finanziari: stabilizzazione dei prezzi di borsaPilastro 1.6 Convergenza tra valore di mercato e valore reale dei derivatiPilastro 1.7 Trasparenza del mercatoPilastro 1.8  Abbattere gli interessi sul debito degli Stati e superare la dipendenza dalle banchePilastro 1.9 Limitare il potere di banche ed istituti finanziariPilastro 1.10 Un fondo di responsabilità per il rilancio dell’economia realeFASE 2 - Cambiamenti, RivoluzioniPilastro 2.1 Politica: Etica, Morale e FormazionePilastro 2.2 Aziendalizzazione, trasparenza e meritocrazia nella pubblica amministrazionePilastro 2.3 Trasparenza e visibilità in tempo reale dell’uso del denaro pubblicoPilastro 2.4 Tassazione: ripartizione dei costi e crescita sostenibileF2 - Mercati - RivoluzioniPilastro 2.5 Sistemi di pagamento: Abbandono della carta moneta come forma di denaroPilastro 2.6 Ecosostenibilità e trasparenza: costi smaltimento e recupero, storicizzazione dei prezziPilastro 2.7 Istituzione di un’authority dei mercatiF2 Banche ed Istituti Finanziari - RivoluzioniPilastro 2.8 Ripartizione di oneri e benefici del credito, stop alla moneta bancariaF2 Occupazione e Sviluppo - RivoluzioniPilastro 2.9 Diffondere la conoscenza: portale del know-howPilastro 2.10 Garantire la qualità: formazione continuaFASE 3 - Sviluppo SostenibileConclusioniPartecipa alla Rivoluzione Economica e CulturaleLa Colonna Sonora della Rivoluzione Economica e CulturaleApprofondimenti

REGISTRATI e scarica l'eBook


Login

Referenti Territoriali