Rivoluzione Economica

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Rivoluzione Economica
E-mail Print PDF

Rivoluzione Economica

Pillar 2.3
Trasparenza e visibilità in tempo reale dell’uso del denaro pubblico


La problematica

Le entrate tributarie derivanti da imposte e tasse hanno un bilancio che in molti Paesi a economia capitalista sfiora la metà del prodotto interno lordo (PIL).
Tali proventi vengono utilizzati dai governi per l’erogazione di servizi essenziali e per favorire lo sviluppo. La maggior parte degli stati però non riesce ad essere efficiente in quanto:

  • spende più di quanto incassa (deficit di bilancio);
  • investe in modo improduttivo (crescita del PIL inferiore al deficit di bilancio).

Con l’avvento della crisi i media stanno dando risalto ai numerosi casi di «spreco» di denaro pubblico come ad esempio:

  • opere pubbliche inutili o incompiute;
  • finanziamenti o agevolazioni a settori improduttivi;
  • «regali» come le baby pensioni, maxi stipendi e buonuscita;
  • costi della politica.

Le cause di tali inefficienze sono principalmente riconducibili alla libertà, allo scarso senso di responsabilità e alla mancanza di controlli di cui hanno goduto gli amministratori della cosa pubblica in questi anni. In tale contesto è stato facile per i «potenti» trarre grandi benefici economici e politici a discapito della collettività e, soprattutto, delle generazioni future.


La rivoluzione

La rivoluzione economica in questo settore parte da un assunto di base: il denaro pubblico non è un’entità astratta, ma è il frutto del nostro lavoro e dei nostri sacrifici.
È quindi nostro interesse e diritto che tali risorse siano impiegate in maniera produttiva ed efficiente.
La tendenza attuale degli stati è quella di aumentare la trasparenza delle transazioni economiche operate dai cittadini per semplificare la lotta all’evasione; ebbene la rivoluzione economica impone che lo stato diventi il più trasparente tra gli attori economici, in quanto le risorse impiegate sono di «proprietà comune».

Per consentire tale rivoluzione occorre far leva sulle nuove tecnologie e sul Pillar 1:

  • informatizzazione delle transazioni;
  • tracciabilità dei movimenti economici.

Ciascun cittadino potrà conoscere in ogni istante dove si trovano e come vengono impiegati i soldi da lui versati nelle casse dell’erario. Le imposte e le tasse da noi versate potranno essere assimilate a file dei quali potremmo conoscere i movimenti e i frazionamenti dal momento dell’entrata nel perimetro pubblico (esborso) fino all’uscita (destinatario finale del pagamento).
Saranno quindi pubbliche le causali, i nomi e i cognomi dei beneficiari finali (aziende, privati o associazioni, etc.) delle spese effettuate dagli Enti Pubblici.


Principali Vantaggi

  • trasparenza della spesa;
  • deterrente contro gli sprechi di denaro;
  • riduzione del clientelismo.

 



Pillar 2.2
Pillar 2.4

 


Partecipa alla Rivoluzione: Condividi, Registrati e Commenta. Il cambiamento è possibile

LAST_UPDATED2  

REGISTRATI e scarica l'eBook


Login

Referenti Territoriali